Un fiume di percolato dalla discarica di Casignana

La discarica di Casignana ha inquinato il Vallone Rambotta! È questo il risultato di uno studio ambientale che il Comune di Bianco ed il “Comitato spontaneo dei cittadini” hanno commissionato al perito Francesco Raso “al fine di valutare la salubrità del territorio circostante alla discarica, attraverso la verifica della corretta funzionalità delle componenti dell’ecosistema da eventuali fattori inquinanti”. Il perito ha riscontrato la presenza nell’alveo del vallone di materiale inquinante proveniente dalla discarica, sita alla sorgente. Nei primi tre chilometri del corso d’acqua sono state evidenziate diverse pozze di colore arancione-rossastro mentre, proseguendo poi verso la foce, è possibile notare sul fondo dell’alveo una melma di colore marrone-nerastro, causata dalla percolazione e/o evaporazione dell’acqua mista al percolato. La presenza del percolato è dovuta ad una mancata progettazione-realizzazione di appositi canali di raccolta: il fetido liquido, uscendo dal cumulo di rifiuti, scorre superficialmente immettendosi poi nell’alveo del Rambotta, favorito addirittura dalla realizzazione di appositi solchi nel terreno. Aspettiamo adesso le valutazioni “ufficiali”, anche se appare difficile trovare qualche giustificazione.

TerritoRioT

Share

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.