ROSSANO: ENNESIMA CRISI IDRICA

ACQUA PER TUTTI ROSSANO: DIRITTO ALL’ACQUA NEGATO, POLITICA ASSENTE.
Direbbe il cantautore Calcutta che se prendi due città senz’acqua e le unisci ottieni una grande città senz’acqua. Nelle ultime due settimane l’area urbana di Rossano è stata letteralmente funestata dalla carenza idrica, e anche in quella di Corigliano non se la sono passata bene. Interi quartieri a secco, resse alle fontanelle pubbliche, problemi a non finire. E non siamo ancora in estate, quando la mancanza d’acqua diventa la norma e non l’eccezione.

Una situazione esasperante, totalmente disumana e indegna di un paese civile.

Nel mentre la campagna elettorale sembra non toccare questo aspetto, incentrata com’è su liste e candidati. Programmi concreti se ne vedono pochi, a poco più di un mese dall’appuntamento elettorale, vaghi accenni all’infrastrutturazione idrica da rivedere, zero impegni su Sorical e sul ripensamento totale del sistema pubblico. La parola più abusata è come sempre “sviluppo”, ma senza acqua corrente c’è poco da sviluppare. Senza acqua pubblica non si sviluppa, con tributi alle stelle e tubi che perdono o si sfasciano difficilmente si decolla. Ci si ostina a parlare di turismo, lasciando le strutture ricettive e i ristoranti a secco.

Dal canto nostro, mentre attendiamo sviluppi dalla Procura della Repubblica, continuiamo ad aspettare che qualcuno venga a firmare il Patto per l’Acqua della nuova città di Corigliano Rossano. Perché verba volant, scripta manent.

Comitato Acqua Per Tutti Rossano

Share