PROJECT FINANCING? NO GRAZIE!

SGANCIARSI DALLA SORICAL? SI, MA COME?

INFORMIAMO LE POPOLAZIONI PRESILANE E DECIDIAMO INSIEME

E’ iniziato il volantinaggio informativo nei Comuni Presilani

Le amministrazioni comunali di Spezzano Sila, Pedace, Serra Pedace, Casole Bruzio, Trenta e Spezzano Piccolo hanno intrapreso, da circa un anno e mezzo, un percorso per rendersi maggiormente autonomi, nei confronti della Sorical, nell’approvvigionamento dell’acqua potabile ristrutturando vecchi acquedotti e costruendone nuovi. L’obiettivo lodevole è di evitare le imposizioni della Sorical che aumenta le tariffe in maniera spropositata ed illegittimamente e senza garantire un servizio efficiente ai cittadini.

Come Coordinamento Calabrese Acqua Pubblica “Bruno Arcuri” consideriamo positive le operazioni che tendono a sganciarsi dalla Sorical che finora ha solo sprecato denaro pubblico facendo intascare centinaia di milioni di euro alla Multinazionale Veolia per poi vederla scappare con il bottino.

Le perplessità sorgono nel momento in cui si va alla ricerca dei fondi per poter realizzare le opere necessarie per rendersi autonomi dalla Sorical. Tra le ipotesi messe in cantiere dalle Amministrazioni, infatti, sembra si voglia privilegiare quella del Progetto di Finanza (Project Financing).

In un’iniziativa promossa dal Coordinamento svoltasi a Casole Bruzio il 25 gennaio scorso si è potuto discutere pubblicamente su come si vuole portare avanti l’operazione di internalizzazione del Servizio Idrico proprio nei sei comuni Presilani.

L’idea proposta dai sindaci Presilani di utilizzare il Progetto di Finanza diventerebbe catastrofica per i cittadini perché riconsegnerebbe la gestione dell’acqua nelle mani di un altro privato che ha per sua natura un unico obiettivo: i profitti!

Questa scelta inoltre non rispetta l’esito referendario del 2011 che ha visto in questi nostri territori Presilani tantissimi cittadini, soprattutto giovani, esprimersi a favore di una gestione pubblica e partecipata del servizio Idrico.

Il Coordinamento Calabrese Acqua Pubblica, sulla base delle proposte emerse durante il convegno a Casole Bruzio e considerando che è stata depositata al Consiglio Regionale una proposta di legge di iniziativa popolare per la ripubblicizzazione del servizio Idrico Integrato con la raccolta di oltre 11000 firme, ritiene importante:

  1. L’avvio di una discussione pubblica e partecipata in Presila ed in particolare nei comuni interessati alla ristrutturazione dell’acquedotto che dovrebbe portare al totale o parziale distacco dalla Sorical.
  2. Rigettare l’operazione di privatizzazione tramite il Project Financing e rilanciare un percorso pubblico e partecipato di ripubblicizzazione dell’acqua.
  3. Far emergere che si può operare con altri modi per il finanziamento di una simile opera in virtù del fatto che il vincolo pesante del pareggio di bilancio entrerà in funzione nel 2017.

Infine riteniamo fondamentale che per un problema importante come la gestione del servizio idrico integrato ed in generale per la gestione del nostro territorio, è fondamentale rendere partecipi le popolazioni Presilane per informare, sensibilizzare e decidere insieme.

scarico il doc

Share