MANCA L’ACQUA? I CITTADINI SI DANNO APPUNTAMENTO A VIA ARABIA PER UN BAGNO COLLETTIVO!

I cittadini di Cosenza e Rende, riuniti in Comitati dell’Area Urbana, si sono dati appuntamento mercoled’ 6 dicembre, per protestare contro la quotidiana mancanza di acqua nello loro case. Questa volta si preannuncia una protesta del tutto particolare: in accappatoio si troveranno davanti le fontane di via Arabia, per “un bel bagno collettivo”. Sfidando il freddo, vogliono ironicamente far capire – a chi di competenza – che non è umanamente possibile dover scendere in piazza per lavarsi.

“Dopo diversi incontri in quel del Teatro dell’Acquario e la partecipata assemblea di piazza Kennedy del 10 novembre scorso, i Comitati dell’Area Urbana – si legge in una nota – in mobilitazione permanente, decidono di ritornare in piazza per denunciare la crisi idrica che attanaglia Cosenza e Rende, crisi dovuta alla malagestione di chi eroga il servizio e delle amministrazioni comunali coinvolte. Ogni giorno, nel nostro territorio, si sprecano ettolitri di acqua, le tubature sono ormai ridotte a colabrodo, le case dei cittadini rimangono a secco, per molte ore della giornata.

Eppure, nel 2011, i cittadini italiani si erano chiaramente espressi a favore della ripubblicizzazione di quello che dovrebbe essere bene comune, inalienabile, appannaggio di tutti. Anche l’acqua, però, è diventato un affare, un business, con tariffe crescenti che si abbattono sulle schiene dei cittadini. Da mesi, assistiamo a un patetico rimpallo delle responsabilità. Adesso basta, adesso decidano i cittadini. Manca l’acqua. Di chi è la colpa? Non possono essere più famiglie ed esercizi commerciali a pagare le solite scellerate scelte della politica istituzionale! Manca l’acqua? Tutti a via Arabia per un bel bagno collettivo!”

Manca l’acqua, accenderemo candele
per rischiarare la terra ed il mare
e idealmente abbracciare
tutte le case che un governo piu’ ladro
ha lasciato senz’acqua … manca l’acqua
(“Manca l’acqua”, Diaframma)

Share