Chiusura campagna referendaria ad Aiello Calabro

Chiusura della campagna referendaria per il Sì con la proiezione di “Water Makes Money, come le multinazionali fanno profitti sull’acqua”.

L’appuntamento nella cittadina tirrenica, a sostegno delle ragioni del Sì, è previsto per venerdì 10 giugno e si terrà nei locali della ex Pretura a partire dalle 17.30, ed è organizzato dai comitati “2 Sì per l’Acqua Bene Comune”, “Vota Sì per Fermare il Nucleare”, assieme al Comitato referendario comprensoriale che fa capo al comitato “De Grazia” di Amantea, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Aiello Calabro.
Il documentario di Leslie Franke e Herdolor Lorenz (Germania 2010, 82 minuti, versione italiana a cura di Attac Italia) racconta «come le multinazionali gestiscono il servizio pubblico della distribuzione dell’acqua esclusivamente – è scritto sul sito che promuove il documentario – in base ai profitti che ne possono ricavare. Fa vedere come sono aumentati artificialmente i prezzi del metro cubo, mentre gli investimenti per la manutenzione della rete sono diminuiti, il tutto per aumentare i profitti».
«Quando il 12 giugno 2011, un’intera nazione andrà alle urne contro la privatizzazione dell’acqua e per una gestione pubblica l’Europa non potrà far finta di nulla – dicono i registi Leslie Franke e Herdolor Lorenz -. Soltanto un ente locale sotto controllo dei cittadini – continuano i registi – può mettere a disposizione acqua potabile, esercitare la tutela della risorsa e dare la garanzia di un prezzo socialmente accettabile. Tutta la squadra di “Water makes Money” augura un successo strepitoso al referendum italiano dal profondo del cuore».
In particolare, il film parla della Vèolia, multinazionale francese che oggi detiene il 43% di Sorical (la società per azioni che gestisce l’acqua in Calabria).
Prima della proiezione sono in scaletta brevi interventi per illustrare i 4 quesiti referendari.
Interverranno: Maria Cristina Guido – giornalista; Francesco Saccomanno – per il comitato 2 SI per l’Acqua Bene Comune; Francesco Campolongo – per il comitato Vota Sì per fermare il nucleare; e Francesco Iacucci, sindaco di Aiello Calabro.

Share

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.