Cari presidenti, ci sono novità sulle tariffe “illegittime” sull’acqua applicate ai Comuni dalla Sorical…?

Gocce d’acqua in testa, striscione e un volantino che recitava: <<Cari presidenti, ci sono novità sulle tariffe “illegittime” sull’acqua applicate ai Comuni dalla Sorical…?>>. E’ questa l’accoglienza riservata ai due presidenti ANCI Perugini e Chiamparino, uno regionale e l’altro nazionale, davanti il teatro Rendano di Cosenza per partecipare ad un dibattito-intervista sul federalismo.

Dopo dieci minuti di discussione all’ingresso del teatro, è stata consegnata per l’ennesima volta la lettera che disvela i misfatti della Regione e della Sorical in tema di tariffe. Il sindaco-presidente Perugini con il suo solito non savoir fare si è congedato con le solite frasi “facciamo un incontro…” oppure “…ci sono comuni che non hanno firmato la convenzione…”.

Il volantino distribuito fronte retro

Lettera inviata all’ANCI il 05.05.2010

Cosa dice la Legge Nazionale vigente sugli adeguamenti della tariffa idrica ?
* L’articolo 13 della Legge Galli stabilisce che gli adeguamenti della tariffa idrica si calcolano con il “metodo normalizzato”.
* La Legge n.448 del 1998 ha ribadito che, “fino all’entrata in vigore del metodo normalizzato”, spetta al C.I.P.E., Comitato Interministeriale di Programmazione Economica, stabilire i criteri, i parametri ed i limiti per la determinazione e l’adeguamento delle tariffe del servizio di acquedotto, di fognatura e di depurazione.
* Il C.I.P.E. ha formulato le direttive per la determinazione delle tariffe degli acquedotti per gli anni 1995, 1996, 1997,1998, 1999, 2000, 2001, 2002.
* Nel 2008 ha emanato una delibera per la determinazione degli adeguamenti tariffari per gli anni 2003/2007, 2008 e 2009.
* Dove non è applicato il “metodo normalizzato” è soltanto il C.I.P.E. che può determinare gli adeguamenti della tariffa idrica?
La risposta è SI, assolutamente SI; addirittura ci sono state ben TRE sentenze della Corte
Costituzionale (luglio 2009, febbraio 2010, aprile 2010) che hanno ribadito la competenza
esclusiva  del legislatore Statale per il calcolo degli adeguamenti tariffari e la
perentoria esclusione del legislatore regionale.
* La Regione Calabria ha invece stabilito una procedura con la quale
ha determinato, su proposta della So.Ri.Cal. S.p.A., gli
adeguamenti della tariffa idrica; questa procedura ha
comportato il seguente risultato :
Share

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.