A Lamezia, contro i ladri di democrazia!

Nel 2015 bollette dell’acqua più care e servizi più scadenti

PASSO DOPO PASSO, SI TORNA INDIETRO

LA NUOVA ITALIA, LE VECCHIE PRIVATIZZAZIONI

Presidio  Sabato 20 dicembre ore 17:30  – Lamezia Terme (C.so Giovanni Nicotera)

banner-20-dicembreIl Governo negli ultimi mesi ha definito come uno degli obiettivi principali favorire, o meglio imporre, processi di fusione e aggregazione tra aziende che gestiscono i servizi pubblici locali (acqua, rifiuti, trasporti, ecc..). La realizzazione di questo piano comporterà la definitiva consegna dell’acqua e di tutti i servizi pubblici essenziali agli speculatori privati ed ai capitali finanziari.

Anche il presidente dell’AEEGSI, l’autorità nazionale che determina le tariffe per acqua, luce e gas, ha annunciato che occorre AUMENTARE LE BOLLETTE DELL’ACQUA per favorire ancora una volta le grosse società private che ci lucrano sopra.

Il GOVERNO RENZI proverà a fare tutto questo in 3 mosse:

  1. il piano sulla “Spending Review” che punta alla razionalizzazione delle società partecipate dagli enti locali, seguendo lo slogan “riduzione da 8.000 a 1.000”;
  2. il decreto “Sblocca Italia” che arriva ad imporre l’aggregazione delle aziende in un unico gestore territoriale, cioè le grandi multiutilities come ACEA, HERA, IREN, A2A, ecc.;
  3. la “Legge di Stabilità” che costringe i Comuni, ricattati e strangolati dai tagli, alla cessione delle loro quote societarie per poter usufruire delle somme derivanti dalla vendita.

Tutto questo potrebbe accadere in città con la LAMEZIA MULTISERVIZI SPA!

Per questo chiediamo la convocazione di un Consiglio Comunale APERTO che formalizzi e riattivi il TAVOLO TECNICO per ripubblicizzare la LAMEZIA MULTISERVIZI SPA e trasformarla in una AZENDA SPECIALE PUBBLICA E PARTECIPATA.

CONTRO I LADRI DI DEMOCRAZIA, RIPRENDIAMOCI IL FUTURO!

[Comitato Lametino ACQUA PUBBLICA]

Share