Vibo Valentia: sabato 17 il comitato referendario

acqua_vvIl Coordinamento Calabrese Acqua Pubblica “Bruno Arcuri”, organizza a Vibo Valentia un incontro pubblico per illustrare i quesiti referendari e promuovere la nascita di comitati territoriali.

E’davvero un brutto momento per l’azienda francese che attualmente gestisce l’acqua in Calabria: sebbene sia tra le più potenti multinazionali del mondo, la Veolià, è stata sconfitta sia ad Aprilia (Latina) e perfino in casa propria, a Parigi, dove l’acqua torna alla gestione pubblica.

Queste notizie dimostrano sempre più che la mobilitazione dei cittadini, basata solo sul senso civico e su quel sentimento profondo che respinge le ingiustizie, può cambiare le cose, può rimandare a casa una multinazionale potente come la Veolià.

Anche il comune di Vibo Valentia, stimolato da una raccolta firme che ha visto l’adesione di circa 1.200 cittadini in pochissimi giorni, ha recentemente approvato una mozione che dichiara l’acqua bene comune e diritto umano universale, opponendosi concretamente alle leggi che vorrebbero privatizzare completamente l’acqua e quindi il diritto alla vita.

Il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua, costituito da centinaia di comitati territoriali che si oppongono alla privatizzazione, insieme a numerose realtà sociali e culturali ha deciso di promuovere tre quesiti referendari, depositati presso la Corte di Cassazione di Roma mercoledì 31 marzo 2010.

Sabato prossimo (17-aprile) ci incontreremo alle 17:30 presso la sede del WWF in Via Popilia 42/c per raccogliere le adesioni alla raccolta firme per i tre referendum che vogliono abrogare la legge approvata dall’attuale governo nel novembre 2009 e le norme approvate da altri governi in passato che andavano nella stessa direzione, quella di considerare l’acqua una merce e la sua gestione finalizzata a produrre profitti, causando anche enormi aumenti delle bollette in tutta Italia.

Invitiamo dunque i cittadini, le associazioni, i sindacati, le parrocchie e tutte le realtà interessate all’incontro di sabato prossimo, per informarsi ed aiutarci a raccogliere le 500.000 firme necessarie per richiedere i referendum.

Chi non potrà venire all’incontro potrà comunque informarsi e contattarci attraverso il sito ufficiale del Forum, www.acquabenecomune.org, o sul sito di riferimento del coordinamento calabrese www.difendiamolacalabria.org o sulla pagina del Coordinamento Calabrese Acqua Pubblica “Bruno Arcuri” su facebook.

Coordinamento Calabrese Acqua Pubblica “Bruno Arcuri”

Share

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.